“5 domande a: Domenico Carlini„

Continua l’appuntamento con gli appassionati del mondo del sigaro cubano. Oggi incontriamo Domenico Carlini, un nuovo amico che ama Cuba ed i suoi sigari. Di seguito, leggiamo cosa ci dice sul suo conto. Leggiamo la sua storia.

Sono nato a Roma nel 1960,  mi sono trasferito a Milano molto giovane verso la fine degli anni ’70. Lavoro presso l’Aeroporto di Milano Linate come Controllore al traffico Aereo. Sono stato iniziato a fumare Sigari Cubani intorno al 2000 proprio grazie ad un caro collega ed amico ma ho apprezzato in maniera importante i Sigari Cubani durante i miei tantissimi viaggi a Cuba che è diventata una grandissima passione a 360 gradi.

I miei sigari preferiti Hupmann 46 magnum senza anillo quindi prima del 2004 Sigillo Vi ,robusto n5 Cohiba ,trinidad anni 2000,ma in assoluto sono i sigari che mi confeziona il mio grande amico torcedor Cubano di Cojimar Eduardo Marquez , i suoi corona gorda sono superbi!

Amo tantissimo l’Arte. Tramite una delle tante associazioni a cui appartengo, organizzo una Mostra d’arte Benefica che si chiama M arte sana www.artemartesana.com.

1) Come ti sei avvicinato al mondo dei sigari cubani?

Mi sono avvicinato al Sigaro Cubano verso la fine degli anni novanta inizio 2000. Premetto che sino a quell’epoca non ero fumatore in assoluto ,un mio collega e grande amico Sandro D’Orazio mi propose di provare alcuno dei suoi Puros Cubani che facevano parte della sua importante collezione . I primi Sigari erano di vitole importanti , Churchill o double corona ,Romeo y Julieta, Cohiba, Juan Lopez, Trinidad, ma anche dei robustos n.5 della Cohiba (di cui mi sono letteralmente invaghito e ancora adesso li preferisco in assoluto).

 2) Hai una vitola preferita?

Non me la sento di fare una scelta precisa. Sono 3 le vitole in assoluto di mia preferenza: Robusto ,Corona e Corona Gorda. Non adoro gli short, ritengo che non siano naturali…ovvero che rompino quell’equilibrio che i sigari hanno avuto nei secoli……sono troppo compressi…..

Sono anche un grande amante dei Piramides o n.2 lo confesso.

3) La fumata cubana che ricordi con più piacere…

La fumata che ricordo con più piacere ha una data 24/agosto /2006. Lo ricordo  perchè era il mio compleanno, ero atterrato da poco all’Havana ed il giorno dopo dovevo partire per Cienfuegos per fare da padrino alla figlia di una coppia di amici, Alice, come poter scordare quella fumata.

Ero ospite a casa di un mio grande amico e grandissimo Torcedor Eduardo che per l’occasione mi aveva preparato un doble Churchill ,era forte, maduro ,ma soprattutto tirava come un treno. Naturalmente era fatto completamente a mano ne conservo un bel pò di quella data……lo fumai con un Mojito fatto in casa e freschissimo, non potrò mai dimenticare quella fumata.

4) Quando accendi il primo sigaro della giornata?

Confesso di non essere un fumatore accanito,ovvero non fumo tutti i giorni ,per fumare ho bisogno dei miei tempi ,un clima non troppo freddo ,magari un pò umido……un’orario preferito? Diciamo il tardo pomeriggio è il periodo migliore per fumare le mie vitolas preferite.

5) Suggerisci un abbinamento, sigaro e….

Anche per l’abbinamento ne avrei più di uno e premettendo che la bevanda che si abbina non deve nascondere, offuscare il gusto, l’odore e il sapore di un Puro.

Preferisco il Porto rosso con ghiaccio , Passito di Pantelleria , non disdegno naturalmente i Rhum ma devono essere possibilmente agricoli, (Martinica, Guadalupe, Nicaragua) una mia grande passione bere un buon Daikiry nel tardo pomeriggio.

Grazie Domenico,  buon fumo.

 

Lascia un Commento