“Cigars and Gentlemen„

Monday 14th July at the Hotel Mediterraneo in Rome, I went to a dinner in matching cigar and rum. They asked me to do as rapporteur, and I gladly accepted.

My friend Gianni started talking about the Toscano cigar, I about the Cuban. As usual, when I start talking about cigars, I lose track of time. A thousand thoughts crowded my mind. Speaking to an audience of neophytes, having little time, I did not know where to start. So I followed the current. I answered a question from them and I was a raging river.

At the end of my talk, a gentleman approached me and said that I had made him a great desire to smoke a cigar. I could not get a better compliment!

After an hour of small talk, form the meeting room we moved to the hotel’s roof garden, on the tenth floor.
A charming terrace. I have yet to find a bad terrace in the center of Rome. The spectacle offered by my city is always fantastic.

The dinner was beginning and I could not wait to smoke. More than once I was tempted to light a cigar then I braked.

The dinner was very nice about the company of my guests. All true gentlemen. I was proud to be there in their midst. The weather was perfect for a memorable cigar smoke.

After dinner, I went around the tables to distribute and to light cigars. For the occasion, I had chosen the robusto, a medium size is also suitable for those who usually do not smoke cigars.

I had with me two bottles of rum Santiago de Cuba 12 years old, a product designed specifically for pairing cigars and rum. Many of the attendees asked me where they could buy rum Santiago de Cuba I told them, they could do it from the website.

After five minutes, all present were excited about the cigars and rum. A person I was very impressed. It was the first time he smoked a cigar and just finished smoking, he asked another.

This evening was further confirmation that the cigar combines. Of those present  I knew only one person and after an hour I got to know everyone. This is the merit of the cigar.

Twenty people united by the art of smoking. Twenty people curious as to know how to enjoy a cigar, how to smoke knowing it. You do not smoke a cigar without knowing appreciate. It is not a cigarette that you light up and smoke.

Smoking a cigar is a ritual. Smoking a cigar is culture. Enjoy the sensations that can give you knowledge.

I think I sent them the importance of knowing how to smoke a cigar. Next time I will tell them how to choose the size of cigar and when smoking it.

Un abrazo aficionados.

Following, Italian version.

Lunedi 14 luglio, presso l’hotel Mediterraneo di Roma, sono andato ad una cena dedicata all’ abbinamento sigaro e rum. Mi hanno chiesto di fare da relatore, ed io ho accettato di buon grado.

Il mio amico Gianni ha iniziato a parlare sul sigaro toscano, io sul cubano. Come al solito, quando inizio a parlare di sigari, perdo la cognizione del tempo. Mille pensieri affollavano la mia mente. Parlare ad una platea di neofiti, avendo poco tempo a disposizione, non sapevo da dove cominciare. Cosi ho seguito la corrente. Ho risposto ad una domanda e da li sono stato un fiume in piena.

Alla fine del mio parlare, un signore si è avvicinato e mi ha detto che gli avevo fatto venire una gran voglia di fumare un sigaro. Non potevo ricevere un complimento migliore!

Dopo un’ora di chiacchiere, dalla sala riunioni ci siamo spostati al roof garden dell’hotel, al decimo piano.

Una terrazza incantevole. D’altronde devo ancora trovare una terrazza brutta nel centro di Roma. Lo spettacolo che offre la mia città è sempre fantastico.

La cena aveva inizio ed io non vedevo l’ora di fumare. Più di una volta sono stato tentato di accendere un sigaro poi mi sono frenato.

La cena è stata molto piacevole, merito della compagnia dei miei ospiti. Tutti dei veri gentiluomini. Ero fiero di essere li in mezzo a loro. Il clima era ideale per una fumata memorabile.

Finita la cena, sono passato tra i tavoli a distribuire e  ad accendere i sigari. Per l’occasione, avevo scelto dei robusto, un formato medio adatto anche a chi, di solito, non fuma sigari.  Avevo con me anche due bottiglie di rum Santiago de Cuba 12 anni, un prodotto studiato apposta per l’abbinamento sigari e rum. Molti dei presenti mi hanno chiesto dove potevano acquistare il rum Santiago de Cuba.  Ho risposto loro, che potevano farlo dal sito internet.

Dopo cinque minuti, tutti i presenti erano entusiasti dei sigari e del rum. Una persona mi ha colpito molto. Era la prima volta che fumava un sigaro ed appena terminato di fumare,  ne ha chiesto un altro.

Questa serata è stata l’ulteriore conferma che il sigaro unisce.  Dei presenti conoscevo solamente una persona e dopo un’ora avevo preso confidenza con tutti. Questo è il merito del sigaro.

Venti persone unite dall’ arte del fumo. Venti persone  curiosi di come saper apprezzare un sigaro, di come saperlo fumare. Un sigaro non si fuma senza saperlo apprezzare. Non è una sigaretta che accendi e fumi.

Fumare un sigaro è un rito. Fumare un sigaro è cultura. Goderne delle sensazioni che può regalare è conoscenza.

Nel mio piccolo e nel poco tempo a disposizione, credo di aver trasmesso l’importanza del saper fumare un sigaro. La prossima volta dirò loro come scegliere il formato del sigaro da fumare e quando fumarlo.

Un abrazo aficionados.

-Massimo Busciolano-

One Response to "“Cigars and Gentlemen„"

  1. Brian
    Brian 2 anni ago .Rispondi

    I am very interested in your cigars.

Lascia un Commento