“Cohiba„

The Cuban cigar has often been a symbol of luxury and power. Just think of the many characters who smoke and have smoked Cuban tobacco. Politicians, actors, businessmen, rappers. Where there was and luxury Cuban cigars are present.

The brand of puros that best represents luxury and is the most prestigious, is undoubtedly Cohiba.

Created in 1966, for some years has been the brand intended for diplomats and politicians who came to pay tribute to Fidel Castro. Only since 1982, Cohiba cigars are commercialized, first in Spain, then in the rest of Europe.

Cohiba has four different product lines: Linea Clasica which includes Esplendidos (Julieta No.2), Robustos, Lanceros (Laguito 1), Coronas Especiales (Laguito No.2), Exquisitos (seoane).

The Line, 1492, made to celebrate the fifth centenary of the arrival of Christopher Columbus on the island of Cuba, and put on the market in 1992, includes the series of Siglo, then Siglo I (Perlas), Siglo II (Marevas), Siglo III (coronas), Siglo IV (coronas gordas) and Siglo V (dalias). Then in 2002, exactly ten years later, is introduced in this line, the Siglo VI (Canonazo).

The Line Maduro 5, presented in 2007, includes three vitolas: Genios, Magicos and Secretos. This line is characterized by the color of the head maduro aged 5 years. While previous lines have an average strength and a mild flavor, Line Maduro 5 has a more decided.

Cohiba Behike Finally, the last line is presented to the public in 2010. And ‘certainly the most exclusive line of the brand. For the first time in the history of Cuban cigars is integrated into the ligated the leaf of the Middle Tiempo.

This leaf is very rare and is from the two upper leaves of the plant del Tabaco de Sol Middle Tiempo from a character and a unique flavor, exceptional. The cigars of Line Cohiba Behike are, at present, the more expensive that are on the market.

Home to the Cohiba factory is El Laguito, wonderful Art Nouveau residence, located on a hill above the area of ​​Miramar, La Habana.

The Cohiba name comes from an ancient word used by the Taino Indians who inhabited Cuba was up to the tobacco leaves rolled mean that the Indians used smoke. I imagine the amazement of Christopher Columbus who, back in 1492 for the first time saw people smoking the leaves of a plant.

Smoking a Cohiba, any vitola, is always a unique experience. Council then to dedicate time and passion to smoke than she deserves respect. Match a single malt or an aged rum of years, make a smoked an event.
A luxury event.

Il sigaro cubano è stato spesso simbolo di lusso e potere. Basti pensare ai numerosi personaggi che fumano e hanno fumato tabacco cubano. Politici, attori, uomini d’affari, rappers. Dove c’era e c’è lusso, i sigari cubani  sono presenti.

La marca di puros che più rappresenta il lusso ed è di maggior prestigio, è senza dubbio Cohiba. Creata nel 1966, per alcuni anni è stata la marca destinata ai diplomatici e politici che andavano a rendere omaggio a Fidel Castro. Solamente dal 1982, i sigari Cohiba vengono commercializzati, dapprima in Spagna, poi nel resto d’Europa.

Cohiba possiede quattro linee di prodotti differenti: la Linea Clasica che comprende Esplendidos (Julieta n.2), Robustos, Lanceros (Laguito n.1) , Coronas Especiales (Laguito n.2) , Exquisitos (seoane).

La Linea 1492, fatta per celebrare il quinto Centenario dell’arrivo di Cristoforo Colombo sull’isola di Cuba,  e messa sul mercato nel 1992, comprende la serie dei Siglo, quindi  Siglo I (perlas), Siglo II (marevas), Siglo III (coronas), Siglo IV(coronas gordas)  e Siglo V (dalias) . Poi nel 2002, esattamente dieci anni dopo, viene introdotto, in questa linea, il Siglo VI (canonazo).

La Linea Maduro 5, presentata nel 2007, comprende tre vitolas:  Genios, Magicos e Secretos. Questa linea si caratterizza per via del colore maduro della capa invecchiata di 5 anni. Mentre le precedenti linee presentano una forza  media e un sapore soave, la Linea Maduro 5 ha un carattere più deciso.

Cohiba Behike infine, è l’ultima linea presentata al pubblico nel 2010. E’ di sicuro la linea più esclusiva della marca. Per la prima volta nella storia dei sigari cubani, viene incorporata nella ligata la foglia del Medio Tiempo. Questa foglia è molto rara e viene dalle due foglie superiori della pianta del Tabaco de Sol. Medio Tiempo da un carattere ed un sapore unici, eccezionali. I sigari della Linea Cohiba Behike sono, al momento, i più costosi che si trovano sul mercato.

Sede della fabbrica Cohiba è El Laguito, splendida dimora liberty, sita su una collina che sovrasta la zona di Miramar, La Habana.

Il nome Cohiba viene da un’antica parola usata dagli indios Tainos che abitavano Cuba. Stava a  significare le foglie di tabacco rollate che gli indios usavano fumare. Immagino lo stupore di Cristoforo Colombo che, nel lontano  1492,  vide per la prima volta indigeni fumare le foglie di una pianta.

Fumare un Cohiba, qualsiasi vitola sia, è sempre un’esperienza unica. Consiglio quindi di dedicare tempo e passione ad una fumata che merita rispetto. Abbinare un single malt o un rum invecchiato di anni, rendere una fumata un evento.

Un evento di lusso.

-Massimo Busciolano-

5 Responses to "“Cohiba„"

  1. Domenico Carlini
    Domenico Carlini 5 anni ago .Rispondi

    caro Massimo ,devo dire che leggo i tuoi articoli con grande piacere,credo senza essere eccessivo che la marca Cohiba insieme insieme alla Montecristo siano i sigari più fumati in assoluto……e naturalmente ho delle mie riflessioni personali.
    per quanto riguarda la linea classica sono molto affezionato al robusto num 5 …..come tu avrai capito dai precedenti miei scritti e poi con i lanceros che ricordo con grande piacere in quanto un grande Torcedor Canario di Las Palmas (Miguel) che aveva iniziato la sua carriera lavorando per la Montecristo in Spagna……mi creava dei Lanceros con tabacco misto Canario Venezuelano e Cubano.
    una critica sulla linea classica…….costano troppo rispetto al loro valore……
    per quanto riguarda le altre linee del Cohiba metto al di sopra di tutti il sigillo VI…..in assoluto un grandissimo Puross……purtroppo non ho ancora provato a fumare il Behike…..spero di poterlo fare presto…….ti saprò dire…..
    un saluto carissimo curiosissimo di leggere i tuoi bellissimi scriiti su los puros

    Domenico Carlini

    • Massimo Busciolano
      Massimo Busciolano 5 anni ago .Rispondi

      Grazie Domenico per le tue belle parole, ma soprattutto grazie per lasciare i tuoi commenti. L’opinione di tutti gli aficionados de puros sono sempre interessanti anche perchè è bello conoscere i gusti di altre persone e i loro pensieri.
      Un caro saluto
      Massimo Busciolano

  2. Domenico Carlini
    Domenico Carlini 5 anni ago .Rispondi

    caro Massimo, il piacere è anche il mio credo che la critica e gli elogi siano molto importanti ,spero in un’occasione prossima di poterle fare di persona……
    un caro saluto
    Domenico Carlini

  3. Robb Pittard
    Robb Pittard 4 anni ago .Rispondi

    That was great information. Did not know that Cohiba did not hit the open market until 1992. I was in the Persian gulf then and saw Cohiba cigars thinking that only the US embargo kept them away but it seems Castro made them special. Didn’t try one then but now I wished that I would have tried one. Hope to travel again and maybe will have a Siglo then. Great post! Many thanks…

    • Massimo Busciolano
      Massimo Busciolano 4 anni ago .Rispondi

      You are welcome Robb.

Lascia un Commento