tagliasigaro

“Sigaro e classe„

Smoking a cigar is an art. Different from person to person . Not to teach it . It is learned over the years, cigar after cigar.

At the beginning you like to smoke with other people . When you become a true lover , you do not want anyone around . You do not want distractions. You’ll want to exclusively dedicate yourself to the cigar . Only in this way be able to enjoy and appreciate the wonderful sensations that gives you a habano .

The cigar has no middle ground. Or love it or you hate it . There is nothing that makes me more angry when I’m about to light a cigar , I feel the scowls on me and listening to phrases like  ”what is that smell .”

These are things that send me out of my head . You look at me dark and you say phrases like , did it ever occur to you that the individual is really annoying yourself? ! ? With your scent from a few Euros that it burns the mucous membranes of my nose. Or you occasional depressed housewife , you have hands that smell of rubber gloves !

I smoke at least a Class  product , high class. And I have no vices . Do not smoke cigarettes. I do not have tobacco dependence . But I love the moments that gives me a cigar .

Before I wrote that smoke a Class  product , now I explain why.

It is not the cost of the cigar that places it in the niche of the class of luxury. But the world around it.

When I am going to light my habano , you can be sure that I never do lightly . I light it on when I have time for it. I light it on when I know I can match it with a rum or single malt aged, rather than with champagne.

I like to cut a cigar with a guillotine effective but it is also a beautiful object . The same is true for the lighter. The same is true for my humidor too, where I let sit  my cigars . These things do not make me a snob , even if I were. These things are part of the cigar world . They are part of the rite.

So the ritual leads to refined elegance of the location where smoking , a roof garden of a prestigious hotel . I like to wear stylish clothes to celebrate this rite . And you know why? Because the cigar makes me feel like a king .

Hold a cigar is like holding a scepter . The scepter of good taste, the good life.

You can be sure that I will never be happy if , in the future , the cigar became a fashionable object , and that the smoke in many . I like the exclusivity.

The less we are the better we are , as long as we are all at its height. And certainly . Do not fool yourself that you can smoke a cigar if you’re a villain who can not abide by it. The habano  notices. The good cigar can recognize those who smoke . You know hold in hand with the necessary grace.

This article will bring me my dislikes. I know that.  But my dear friends / enemies , I’m just writing down what the majority of smokers habanos think. The cigar is smoked, loved and respected . It respects combining it with products , items and places equal to it. Only in this way it will feel at ease. Only then , the cigar will thank you and you will remember for the feelings that it will donate to you.

Now in many hate me . I’m going to light my habano .

Following, Italian version

Fumare un sigaro è un’arte. Diversa da persona a persona. Non la si insegna. La si apprende negli anni, sigaro dopo sigaro. All’inizio ti piace fumare in compagnia. Quando diventi un vero cultore, non vorrai nessuno intorno. Non vorrai distrazioni. Vorrai solo ed esclusivamente dedicarti al puro. Solo cosi riuscirai ad assaporare ed apprezzare le meravigliose sensazioni che ti da un habano.

robusto T

Il sigaro non ha vie di mezzo. O piace da morire o lo odi. Non c’è cosa che mi fa più  incazzare quando sto per accendere un sigaro, mi sento gli sguardi torvi addosso ed ascolto frasi tipo:” mica accenderà un sigaro” oppure : “ ma che è questa puzza”. Queste sono cose che mi mandano fuori di testa. Tu che mi guardi cupo e che dici frasi del genere, ti è mai venuto in mente che l’individuo fastidioso sia proprio tu?!? Con il tuo profumo da pochi euro che mi brucia le mucose del naso. O tu, occasionale casalinga depressa, che hai le mani che puzzano di guanti di gomma!

smoking

Io almeno fumo un prodotto di classe, alta classe. E non sono un vizioso. Non fumo sigarette. Non ho dipendenza da tabacco. Ma amo i momenti che il sigaro mi regala. Prima ho scritto che fumo un prodotto di classe, ora ti spiego il motivo.  Non  è il costo del sigaro che lo piazza nella nicchia della classe, del lusso. Ma tutto il mondo che lo circonda.

Quando mi accingo ad accendere il mio habano, stai pur certo che non lo faccio mai con superficialità. Lo accendo quando ho del tempo da dedicargli. Lo accendo quando so che posso abbinarlo ad un rum o single malt invecchiato, piuttosto che con lo champagne. Mi piace tagliare il puro con una ghigliottina efficace ma che sia anche un bell’oggetto. Lo stesso vale per l’accendino. Non parliamo poi del mio humidor, dove lascio riposare i miei sigari, o come direbbe Gollum, “il mio tessoro”. Queste cose non fanno di me uno snob, anche se poi lo fossi, non mi recherebbe alcun disturbo. Queste cose fanno parte del mondo del sigaro. Fanno parte del rito.

Savoy

Quindi il rito sfocia nell’eleganza raffinata della location dove fumare, un roof garden di un albergo prestigioso.  Mi piace indossare abiti eleganti per celebrare questo rito. E sai perché? Perché il puro mi fa sentire un re. Tenere in mano un sigaro è come tenere in mano uno scettro. Lo scettro del buon gusto, del buon vivere.

Stai pur certo che non sarò mai contento se, in futuro, il sigaro diventasse un oggetto modaiolo e che lo fumino in molti. A me piace l’esclusività. Meno siamo e meglio stiamo, purché siamo tutti alla sua altezza. E certo. Non ti illudere che puoi fumare un sigaro se sei un villano che non sa rispettarlo. Il puro se ne accorge. Il sigaro sa riconoscere bene chi lo fuma. Devi saperlo tenere in mano con la dovuta grazia, non come tenessi in mano una penna stilografica, tu che quando apponi la firma fai una X.

Ron Santiago de Cuba

Questo mio pezzo mi porterà antipatie. Lo so. Anche aprire questo sito web me le ha portate. Figuriamoci. Però miei cari amici/nemici, sto solo scrivendo ciò che la maggior parte dei fumatori di habanos pensano. Il sigaro va fumato, amato e rispettato. Lo si rispetta abbinandolo a prodotti, oggetti e luoghi a lui pari.  Solo cosi si sentirà a suo agio. Solo cosi, ti ringrazierà e si farà ricordare per le sensazioni che ti donerà.

io

Ora odiatemi in molti. Io vado ad accendere il mio habano.

-Massimo Busciolano-

5 Responses to "“Sigaro e classe„"

  1. Fabio Mongioi
    Fabio Mongioi 5 anni ago .Rispondi

    Anche se sono un toscanofilo, a proposito di sigaro io la penso come te meno siamo e meglio,stiamo. Il sigaro è eleganza e gusto.

    • Massimo Busciolano
      Massimo Busciolano 5 anni ago .Rispondi

      grazie Fabio.

  2. Simone "zap"
    Simone "zap" 5 anni ago .Rispondi

    Ciao,

    Sono Zap di Cigar Blog, non sono molto d’accordo con la tua visione, sul mondo del sigaro… io credo che in primis dobbiamo rispettare quelli a cui il sigaro non piace, evitando per quanto possibile di fumare in presenza di quelli a cui può dare fastidio. Sono d’accordo con te sul fatto che il rituale di fumata vada rispettato, nella misura in cui questo influenza la qualità della fumata stessa, ma personalmente non mi interessa fumare in abiti eleganti su un roof garden… fumo benissimo, a volte anche meglio, in calzoni corti con dei buoni amici nel mio giardino o sulla mia veranda, o anche disteso sulla mia amaca. Tenere il sigaro “per me” e pochi altri “eletti”, come ad ostentare uno status symbol, lo vedo come qualcosa di abbastanza anacronistico ed inutile, quindi cerco di condividere questa passione con più persone possibile, da chi fuma 1-2 puros al giorno come me, fino allo studente appassionato di gusto che si può permettere una degustazione al mese. Arroccare il mondo dei puros in una posizione elitaria è controproducente anche per chi come noi, non fuma solo ma mette la faccia in eventi ed articoli pubblici; Intendiamoci, l’evento di alto livello non è fuori luogo, come non lo è in altri ambiti che hanno a che fare con il gusto e la tradizione, perchè di questo si tratta; ma chi mi conosce da un po in questo mondo sa come la mia linea tendenziale sia di “scravattare” (passami il termine) il mondo del sigaro… in altre parole, eliminare quello che per me è superfluo, inteso non come “di troppo” ma come non correlato alla qualità della fumata. questa è ovviamente una posizione del tutto personale, non voglio imporla a nessuno. Un caro saluto fumoso. Zap

  3. Massimo Busciolano
    Massimo Busciolano 5 anni ago .Rispondi

    Simone innanzitutto benvenuto sul sito. Grazie per aver lasciato il tuo pensiero. Anch’io non credere fumo in bermuda ma lo faccio quando sono a Cuba. Il mio fumare indossando un determinato look in una certa location vuole essere solamente il mio modo di rendere omaggio al sigaro cubano. Continua a seguirci e soprattutto continua a scrivere ciò che pensi.
    Un caro saluto.

  4. Gennaro
    Gennaro 4 anni ago .Rispondi

    Bè…. Infondo Massimo io la penso come te! Anch’io nn sono un fumatore, e fumo solo sigari: prediligo quelli Cubani, però mi piacciono anche i Toscano; e per una questione di prezzo, compro più spesso questi!! Ma quando ho voglia di una bella fumata!!! Accendo un cubano con tutto il rituale!! “perché è troppo bello” e all’aperto mi godo questo momento! E sinceramente….. Mi da più fastidio l’odore della sigaretta! quindi chi all’aperto si lamenta del sigaro non capisce niente di fumo. (Questo e il mio pensiero) un caro saluto
    Gennaro

Lascia un Commento