campesinos

“Tabaco tapado y Tabaco de sol„

In a Habano everything is Tabaco Negro Cubano , a direct descendant from the plants that Columbus discovered in Cuba more than five hundred years ago.

Two distinct forms of cultivation produce the different types of leaves required . The leaves for the capa are grown in fields tabaco tapado , which are fully protected from the sun by tarps to protect them .

The tarpaulins let in the sunlight and keep the heat allowing the leaves to grow well. These are the conditions for the leaves capa . Only the biggest and most beautiful leaves are selected for the capa , which will serve to pack a Habano .

The leaves have different characteristics according to their height on the plant. Each leaf is classified according to its characteristics .

The leaves for the Capote y Tripa ( tabaco de sol ) are grown in the open air , because they need sunlight. The sun of Cuba creates a glorious variety of flavors which, combined together, give to Habano its unique flavor , inimitable.

From the Sixteenth century, the tobacco that grew wild in Cuba, proved to have a quality that allowed him to achieve a reputation unmatched worldwide.

Later , at the dawn of the Twentieth century , with the advent of a new era in the investigation botany , it found a way to improve the wide range of varieties of seeds of tabaco . So botanists identified the characteristics of the original seeds of the classic Cuban flavor and found the disease-resistant varieties that eradicated the plantations .

Thus was born the variety known as Habanensis . The independent investigation continued until 1937 when the tobacco industry built  Experimental Investigation of the first station in San Juan y Martinez.

In 1941 it created a better seed varieties that became known as Criollo , which will be the basis of all the seeds authorized for the cultivation of tobacco intended to package a Habano .

By the time you have developed new varieties, introduced to combat the plagues , diseases , and the effects due to climate change.

Now, all the seeds intended for cultivation are controlled by the four experimental stations of the Institute of Investigation of Tobacco .

One of the biggest successes in recent years of the Institute has been to ensure a harvest every time more environmentally friendly , unique in the world of tobacco.

Today we continue our research to preserve and refine the essence of the one and true Cuban seed : the Tabaco Negro Cubano.

Following, Italian version.

In un Habano tutto è Tabaco Negro Cubano, discendente diretto dalle piante che Colombo scopri’  a Cuba più di cinquecento anni fa.

Due forme distinte di coltivazione producono i differenti tipi di foglie richiesti. Le foglie per la capa si coltivano in campi di tabaco tapado, che sono totalmente protetti dal sole grazie a  teloni che li proteggono. I teloni fanno filtrare la luce del sole e mantengono il calore permettendo  alle foglie di crescere bene.  Queste sono le condizioni per le foglie da capa. Solo le foglie più grandi e più belle vengono selezionate per la capa, che servirà a confezionare un Habano. Le foglie presentano caratteristiche differenti secondo la loro altezza sulla pianta. Ogni foglia si classifica secondo le sue caratteristiche.

tabaco tapado

Le foglie per la tripa y capote (tabaco de sol), si coltivano all’aria aperta, perché necessitano dei raggi solari. Il sole di Cuba crea una gloriosa varietà di sapori che, combinandosi insieme, danno all’Habano il suo sapore unico, inimitabile.

A partire dal XVI secolo, il tabacco che cresceva spontaneamente a Cuba, dimostrò di avere una qualità che gli permise di ottenere una reputazione senza uguali in tutto il mondo.

piante

Più avanti, agli albori del XX secolo, con l’avvento di una nuova era nell’investigazione botanica, si trovò il modo di migliorare l’ampia gamma delle varietà dei semi di tabaco. Quindi i botanici  identificarono le caratteristiche dei semi originali del classico sapore cubano e trovarono delle varietà resistenti alle malattie che debellavano le piantagioni.

Cosi nacque la varietà conosciuta come Habanensis.  L’investigazione indipendente continuò fino al 1937 quando l’industria del tabacco costrui’ la prima Stazione di Investigazione Sperimentale in San Juan y Martinez.

logo

Nel 1941 si creò una varietà di semi migliore che prese il nome di Criollo, che sarà poi la base autorizzata di tutti i semi per la coltivazione del tabacco destinato per confezionare un  Habano.

Con il tempo si sono sviluppate nuove varietà, introdotte per combattere le piaghe, le malattie, e gli effetti dovuti ai cambiamenti climatici.

tabaco

Ai giorni nostri, tutti i semi destinati alle coltivazioni vengono controllate dalle quattro stazioni sperimentali dell’Istituto di Investigazione del Tabacco.   Uno dei più grandi successi negli ultimi anni dell’Istituto, è stato di assicurare ogni volta un raccolto più ecologico, unico nel mondo del tabacco.

Oggi continua la ricerca per preservare e perfezionare l’essenza dell’unica e vera semenza cubana: il Tabaco negro Cubano.

-traduzione Massimo Busciolano-

 

Lascia un Commento